Opzioni binarie nel panoramica

GUADAGNARE CON IL TRADING OPZIONI BINARIE

Quando si parla di opzioni binarie una delle domande più ricorrenti che ci capita di sentire riguarda le vere possibilità di guadagno. In particolare è opinione comune che guadagnare con le opzioni binarie sia cosa facile. Pensarla in questi termini non è corretto, così come è sbagliato creder di poter fare soldi a palate dal primo momento dopo l’apertura di un account presso un broker opzioni binarie.

Le possibilità di guadagno esistono realmente, ma molti fattori concorrono a realizzarle: l’esperienza del trader ed il suo approccio, la piattaforma, la serietà e l’offerta in generale del broker scelto. Investire su internet non è un gioco da ragazzi, per questo motivo abbiamo preparato questa recensione con tutta una serie di avvertimenti e consigli, seguendo i quali le vostre chance di successo sicuramente si potenzieranno.

Il concetto base: le opzioni binarie

Cominciamo con il concetto base: l’opzione binaria. È vero che, trattandosi di una “scommessa” sull’andamento di un asset, si tratta di un’operazione di per sé molto semplice: basterà cliccare su alto o basso per piazzare la propria previsione e, nel più elementare dei casi, aspettare pazientemente che l’opzione si chiuda per verificare se si è “in the money” oppure no. D’altro canto, se doveste decidere se basare tutto solo sulla fortuna e sul caso, a lungo termine sarete giocatori d’azzardo ma non certo investitori.

Seguendo invece un paio di semplici regole, potrete sviluppare le vostre capacità diventando trader seri e di successo.

La prima cosa da fare è capire come funzionano le piattaforme opzioni binarie, e soprattutto capire quali tipi di opzioni binarie esistono. Infatti è assolutamente impensabile voler mettere in atto investimenti senza avere un’idea chiara delle tipologie di opzioni disponibili, delle strategie di gioco, e addirittura del gergo utilizzato nel settore!

Se non sapete cosa significa range o asset, per esempio, come pensate di poter diventare trader di successo? Un consiglio che noi diamo consiste nell’esercitarsi con un conto demo: potrete allora imparare a conoscere la differenza di strategia tra un’opzione a breve ed una a lungo termine, imparerete senza rischiare in cosa consiste un’opzione One Touch e via dicendo.

Come distinguere i broker opzioni binarie seri.

Spesso ci giungono domande inviate dai nostri lettori i quali faticano a comprendere come distinguere i broker legali da quelli non legali, quindi senza regolamentazione.

Non volendo fare di tutta l’erba un fascio, diciamo che un broker non regolamentato non deve essere necessariamente un broker disonesto… tuttavia vi invitiamo caldamente ad optare per i broker regolamentati, i quali vi possano offrire delle garanzie che gli altri non possono dare.
Come riconoscere un broker regolamentato?

Il broker regolamentato è in possesso di una licenza, rilasciata dall’autorità internazionale incaricata dall’Unione Europea a monitorare i broker su tutto il territorio comunitario: il CySec cipriota.

Ogni broker in possesso di licenza la sfoggia sia per obbligo che per proprio vantaggio sulla propria homepage: troverete a fondo pagina il logo degli istituti di cui il broker vanta la licenza (CySec e, ad esempio per l’Italia, Consob) accompagnato dal numero di licenza e le avvertenze all’uopo sui rischi che comporta l’attività di investimento.

Un broker non regolamentato invece non espone né un logo né le avvertenze sui rischi: la sezione a piè di pagina sarà occupata da indirizzi, contatti, FAQ o ulteriori riferimenti generici.
Inoltre ogni broker con licenza è registrato presso il sito che lo ha autorizzato: è dunque sufficiente visitare il sito dell’autorità di controllo che ne ha emesso la licenza e cercare l’operatore in questione.

In questo contesto desideriamo avvisarvi sui broker maltesi: questi possono operare in base alle leggi di Malta con licenza MGA, in quanto qui le opzioni binarie vengono equiparate al gioco d’azzardo. La concessione della Gaming Authority of Malta però non è riconosciuta per i servizi d’investimento dall’Unione Europea, dal CySec e dal Consob, quindi attenzione!

Gli asset

Come precedentemente spiegato, tutte le piattaforme opzioni binarie funzionano basando delle previsioni sull’andamento del prezzo di un asset in un determinato tempo. Un’asset è un bene materiale o virtuale, e tutti in broker opzioni binarie permettono di acquistare questi beni, detti anche sottostanti o più comunemente asset, su: indici, valute, azioni e materie prime.

Naturalmente ogni broker offre una quantità diversa di asset sulla sua piattaforma: se uno ne ha a disposizione a centinaia, un altro potrà disporre solamente di 50. Una serie di asset si ripetono presso tutti i broker: ad esempio le azioni di Facebook, Microsoft o Google non mancheranno mai, così come oro, argento e petrolio o gli indici NASDAQ e Dow Jones.

Questo perché questi asset sono noti in ogni angolo del mondo e richiestissimi dalla maggior parte degli investitori. Vediamo ora di delineare l’essenza di questi asset facendo dei semplici paragoni con il mondo del mercato finanziario reale. Azioni: scegliendo di puntare su un’azione in trading opzioni binarie non comprerete dei titoli che distribuiranno poi dividendi una volta prodotti degli utili.

Vi limiterete a predire se il loro valore in un arco di tempo aumenterà o scenderà, oppure se il loro valore si fermerà entro un range definito.Indici: Cosa sono gli indici? Si ratta di indicatori di un paniere, ovvero detto in modo più semplice racchiudono il valore di una data quantità di numero di beni. Anche se ne esistono una quantità enorme, i broker mettono a disposizione solitamente i più noti, come l’NSDAQ, il FTSE 100, il MIB30 o l’S&P500.

Valute: Le valute, individuabili anche sotto la nomenclatura Forex, vengono offerte sulle piattaforme opinioni binarie in coppie, in quanto si farà in questo caso una previsione sull’andamento del tasso di cambio tra le due diverse monete: allora avremo per esempio le classiche coppie USD/EUR o GBP/USD, ma troveremo anche il dollaro australiano/Yen giapponese o la lira turca/ fiorino ungherese.

La varietà di coppie di valute su cui puntare la propria previsione dipende chiaramente dalla scelta del broker. Ultime ma non per questo meno importanti, sono le materie prime: qui si tratta non solo dei classici oro, argento e petrolio ma anche del grano, del caffè, dei cereali, dello zucchero e via dicendo: insomma beni di prima necessità.

Tipologie

Ora che il concetto di asset è chiaro passiamo ad approfondire quali tipi di opzioni binarie esistono. In via generale vengono offerti tre tipi principali di opzioni digitali:
Le opzioni call/put, più spesso chiamate alto/basso o sopra/sotto: sono semplici da usare, il trader dovrà semplicemente cliccare sula previsione a sua vista maggiormente realizzabile, indicando che il prezzo del bene è in aumento o in ribasso.

Queste opzioni possono essere di diversa durata, questa viene prestabilita dal broker. Il trader potrà presso broker più flessibili scegliere tra le scadenze offerte e quindi decidere se piazzare un’opzione digitale a brevissimo termine, quindi ad esempio con scadenza di 30 e 60 secondi, oppure addirittura a lungo termine, ad esempio con scadenza in 24 ore.

La prima possibilità sarà più basata sulla fortuna, la seconda, quella a lungo termine, sull’esperienza e la conoscenza dei movimenti tipici del prezzo dell’asset scelto.

Le opzioni One Touch – altrimenti dette Tocca/Non Tocca: sono molto interessanti, in particolare perché danno rendimenti altissimi. In linea di principio facilissime, perché il trader dovrà solo “indovinare” se il prezzo di un bene raggiungerà toccandolo un valore predefinito dal suo broker opzioni binarie, in realtà richiedono non solo un’alta predisposizione dell’utente al rischio, ma anche delle conoscenze sul comportamento del bene scelto.

Le opzioni Boundary si collocano come grado di rischio e di difficoltà al di sopra delle opzioni One Touch, portando all’utente esperto una rendita fino al 500%. Queste opzioni richiedono seriamente un certo grado di conoscenze, in quanto la predizione deve essere collocata entro uno stretto range di prezzi in cui il valore del bene deve trovarsi allo scadere del tempo dato.

Queste sono appunto le opzioni più popolari, proposte dalla stragrande maggioranza dei broker. A queste si aggiungono opzioni particolari che vanno da quelle sulle coppie di valori fino alle opzioni in ribasso, ove il prezzo alla chiusura dell’opzione dovrà essere inferiore al livello di partenza.

A seconda del tipo di opzione scelta i rendimenti cambieranno: le opzioni binarie alto/basso, ad esempio, pur essendo tra le più popolari e tradate sono anche quelle che rendono meno, con un valore attorno al 70%. Invece un’opzione Boundary potrà rendere anche il 300% dell’investimento essendo decisamente più complessa ed il rischio altrettanto elevato.

Ci è stato spesso chiesto cosa accade al denaro investito se un’opzione scade proprio allo stesso livello di prezzo che all’apertura. Non c’è motivo di preoccupazione: in questo caso il denaro investito viene subito riaccreditato sul conto dell’utente.

Si possono veramente fare soldi con le opzioni digitali e con il trading online in generale?

Ecco ora un’altra domanda molto più che ricorrente: si può veramente guadagnare tradando online o è tutto un sistema per spillare soldi a clienti illusi di potersi finalmente permettere un vizio in più?

Per rispondere a questa domanda abbiamo testato numerosi broker legali depositando il minimo richiesto e puntando somme moderate in opzioni binarie di diverse tipologie.
La nostra esperienza è stata sorprendentemente positiva. Dobbiamo però ricordare che abbiamo giocato con strategia semplice e attenendoci a delle facili ed immediate regole che ora vi esporremo.

1. Investite solamente denaro che avete in più, mai somme a voi necessarie per l’esistenza quotidiana. Se doveste perdere vi ritrovereste senza nulla in mano e questa potrebbe essere una tragedia non solo finanziaria ma anche personale e familiare. Oltre a ciò, chi investe denaro che allo stesso tempo potrebbe necessitare, potrebbe agire in maniera irrazionale compiendo delle scelte sbagliate date dallo stress di dover salvare i propri risparmi!

2. Guadagnare va a braccetto con non perdere: se volete veramente ottenere dei buoni profitti dalla vostra attività sulle piattaforme opzioni binarie, badate ad adottare una buona strategia di contenimento delle perdite. Fate come abbiamo fatto noi durante i nostri investimenti test: non investite il vostro capitale oltre il 5% del suo valore complessivo. Così riuscirete a bilanciare guadagni e perdite aumentando di poco a poco il vostro capitale.

3. Evitate di investire quando vi sentite stanchi o siete sotto pressione per qualsiasi motivo. L’attività di investimento non vi aiuterà a svagarvi, anzi richiederà un’attenzione ancora maggiore facendovi correre il rischio di decisioni avventate e rovinose.

4. Fate oro dei consigli e degli strumenti messi a disposizione dai broker. Infatti i broker stessi hanno tutto l’interesse ad avere tra le proprie fila investitori redditizi: a tale scopo mettono a disposizione dell’utente brochures didattiche molto utili soprattutto a chi è nuovo nel settore e strumenti coadiuvanti. Un esempio può essere dato dal sistema dei segnali, che indicano al trader l’attimo da cogliere per investire.

Corro dei rischi investendo sulle piattaforme opzioni online?

Il rischio di perdere soldi esiste realmente. Chi decide di avviarsi all’attività del trading online deve esserne pienamente consapevole. Ciò nonostante certi rischi e pericoli possono essere elusi o per lo meno attutiti da una serie di accorgimenti che consigliamo a tutti i lettori di seguire.

1. Come prima cosa, se non volete correre il rischio di non trovare più da un giorno all’altro (parliamo per esperienza, il caso descritto ha già avuto luogo più volte), il vostro broker ed i vostri soldi, aprite un account solamente presso le piattaforme che vantano di regolare licenza. Non esiste metodo migliore per poter depositare risparmi da investire in tutta tranquillità. Inoltre sarà un vantaggio per voi anche dal punto di vista fiscale, in quanto il broker detrae automaticamente le tasse da pagare in caso di vincita e voi non avrete altro da fare che godervi i vostri introiti addizionali.

2. Come detto nel capitolo precedente, onde non rischiare di perdere soldi in maniera incontrollata ragionate sempre in termini di investimento al 5% del capitale a disposizione!

3. Il bonus: questo è un tema molto delicato, in cui non vi è un rischio reale di perdere tutti i soldi, bensì il rischio di non poter prelevare le vincite ottenute. Ogni bonus infatti ha un certo valore che deve essere rigiocato un tot di volte perché i guadagni ottenuti dalle vincite utilizzandolo possano finalmente arrivare in tasca all’utente. I vincoli posti ai prelievi delle vincite sono in parte talmente elevati da non poter per niente essere raggiunti allo scopo di liberare il bonus!

Leggiamo spesso di nostri lettori che, non avendo letto o capito bene il funzionamento del bonus, vi sono inciampati accentandolo. Purtroppo a cose fatte non si può più modificare l’accettazione del bonus, quindi vi consigliamo di studiare i vicoli a cui devono questi sottostare e, dovessero sembrarvi questi troppo frenanti se non addirittura irrealizzabili, rinunciate preferibilmente al bonus comunicandolo dopo l’apertura del conto al supporto clienti.

Un grande appoggio su questo tema arriva direttamente dal CySec, il quale ad esempio proibisce che anche il deposito iniziale venga vincolato. In base alla direttiva MiFID, la direttiva europea sui termini di funzionamento degli intermediari finanziari, i broker vengono letteralmente invitati a non porre limite al ritiro del denaro in funzione del bonus.

L’insieme fa la differenza

Abbiamo studiato, analizzato, testato con la massima attenzione ed oggettività tutti i più grandi broker esistenti sul mercato del trading online europei.

Come ben sapete, noi vogliamo il meglio per i nostri lettori e la nostra redazione si prodiga per dare i consigli e le dritte migliori. Questa è stata la ragione del nostro lungo ed attento test. Ora vediamo cosa abbiamo veramente concluso:

1. Con le opzioni binarie si può a tuti gli effetti guadagnare quel qualcosa in più tanto importante per molti utenti per potersi permettere qualche piccolo vizio extra.

2. Per poter guadagnare realmente si dovrebbe lavorare con grandissima serietà e con la buona intenzione di migliorarsi professionalmente sempre più.

3. Abbiamo anche scoperto che si possono vincere somme veramente sorprendenti rischiando un pochino in più su tipologie di gioco, e che non piazzeremo subito le nostre vincite sul prossimo investimento. Solo il 5% verrà a sostegno di ogni investimento.

4. Inoltre sappiamo ora a cosa dobbiamo fare attenzione: il broker con licenza regolare è la regola numero uno, seguita dai vincoli posti ai bonus a cui dovremo fare molta attenzione, fino ai rischi di un investimento avventato se non si conosce a fondo la materia, come ad esempio nelle opzioni Boundary.

5. Infine abbiamo scoperto che ogni broker ci offre degli strumenti utilissimi che, forse per disattenzione, forse per troppa fretta di investire, spesso vengono sottovalutati: in particolare la enorme offerta in materiale istruttivo dovrebbe essere presa seriamente, studiata e applicata.

6. Da qui al conto demo il passo è breve: abbiamo infatti potuto constatare che dopo un periodo di investimenti con capitali non reali la nostra sicurezza del settore cresceva. Con questa anche la migliore conoscenza della piattaforma in uso dal broker ci ha dato una maggiore sicurezza e fiducia: abbiamo investito solo nel momento in cui il nostro lavoro sul conto demo iniziava a dare i suoi frutti.

Cosa vogliamo dire con questa serie di punti? È semplice: dopo tanto lavoro il nostro desiderio è che voi lettori capiate che è l’insieme di tanti parametri a fare la differenza: il broker ideale non basta, e viceversa anche il trader più preparato non guadagnerà in base alle aspettative se il broker non sarà all’altezza!

Trading online funziona solo quando tutti gli elementi fondamentali si incontriamo armoniosamente: allora il successo sarà a portata di mano.